“Il friulano e le altre lingue minoritarie nell’amministrazione pubblica”

,
“Il friulano e le altre lingue minoritarie nell’amministrazione pubblica”

Si parlerà dellutilizzo della lingua friulana nella pubblica amministrazione: situazione attuale e prospettive, a confronto con le altre comunità linguistiche in Italia (slovena, ladina, tedesca, francese).

l’ACLiF (Assemblea di Comunità Linguistica Friulana), di cui codesto Comune fa parte (siamo 137 in tutto, al momento), organizza per venerdì 12 novembre con inizio alle ore 17.30 un convegno sul tema “Il friulano e le altre lingue minoritarie nell’amministrazione pubblica” (termine previsto h.19).

Si parlerà dell‘utilizzo della lingua friulana nella pubblica amministrazione: situazione attuale e prospettive, a confronto con le altre comunità linguistiche in Italia (slovena, ladina, tedesca, francese).

Interverranno – in presenza o in videoconferenza – esponenti dell’amministrazione regionale del FVG, William Cisilino (direttore dell’ARLeF), Erika Hrovatin (Ufficio centrale per la lingua slovena), Luciano Caveri (assessore regionale Valle d’Aosta, per la comunità francese), Giuseppe Detomas (Procurador del Comun General de Fascia, per la comunità ladina) e Magdalena Amhof (cons. prov. BZ, presidente della Commissione Affari istituzionali, per la comunità tedesca).

L’incontro si svolgerà a Villa Russiz (Capriva del Friuli). E’ prevista la partecipazione fisica in sala, con possibilità di intervento. Necessaria la prenotazione a aclif@valvasonearzene.it fino a esaurimento posti. Ingresso con green pass.

L’incontro può essere seguito anche sul profilo Facebook https://www.facebook.com/aclifit e sul canale YouTube aclif assemblea comunità linguistica friulana https://www.youtube.com/channel/UCixEGfu-cjORCkWfOj7LPnw

Nel convegno saranno anche presentate le prossime iniziative sul tema.

Tag

Postato il

5 Novembre, 2021

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *